iniziative
Portfolio

News

The Szechwan Tale. China, Theatre and History, a cura di Marco Scotini
Data pubblicazione : 09/04/2018

The Szechwan Tale. China, Theatre and History

a cura di Marco Scotini 

 

Inaugurazione: giovedì 12 aprile 2018, ore 20-23.30

 

Dopo Il Cacciatore Bianco/The White Hunter, dedicata all'arte africana, la nuova mostra di FM Centro per l’Arte Contemporanea, The Szechwan Tale. China, Theatre and History, a cura di Marco Scotini, si rivolge al contesto cinese e ripercorre la storia delle relazioni tra Oriente e Occidente attraverso i grandi temi del Teatro e della Storia. La mostra inaugura durante la Milano Art Week, in concomitanza con miart – Fiera Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Milano.

 

Talk e Presentazione del Catalogo The Szechwan Tale. China, Theatre and History

Sabato 14 Aprile ore 11.00 – Sala Carroponte di FM Centro per l’Arte Contemporanea

con Marco Scotini, curatore della mostra; Lü Peng, storico dell’arte cinese; Liu Zhen, direttore Mei Lanfang Memorial Museum – Pechino; Liu Ding, Mao Tongqiang e Zhang Hui, artisti

 

Aperture straordinarie durante Miart (ingresso gratuito):

Venerdì 13 Aprile: dalle 11.00 alle 22.00

Sabato 14 Aprile: dalle 11.00 alle 22.00

Domenica 15 Aprile: dalle 11.00 alle 19.00

 

 

Foto testo
Qiu Zhijie, The Greeting, 2013, paper masks, silicone masks. Installation view at Anren Biennale, 2017. Courtesy Anren Biennale and GALLERIA CONTINUA San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana

 

The Szechwan Tale. China, Theater and History propone un dialogo tra arte contemporanea, teatro e storia della Cina e del suo rapporto con l'Occidente all'interno di un percorso espositivo unico, concepito come un meta-teatro in cui una serie di artisti internazionali e cinesi forniranno una decostruzione degli strumenti della macchina teatrale, quali il pubblico, il sipario, l’attore (l’automa, il puppet, il teatro delle ombre), i costumi e la scenografia (ambiente mutabile e immutabile), il testo e la musica, come metafora di altrettanti fenomeni sociali e del loro carattere storico.

 

La mostra è una evoluzione del progetto che il curatore Marco Scotini ha realizzato ad Anren, antica città del Sichuan in Cina, all'interno della prima Biennale di Anren - Today’s Yesterday (ottobre 2017 – febbraio 2018), con l'aggiunta di altri artisti cinesi di fama internazionale. 

 

Il titolo della mostra è un riferimento all'opera teatrale The Good Person of Szechwan (L'anima buona del Sezuan) di Bertolt Brecht del 1938, messa in scena anche a Milano al Piccolo Teatro da Strehler nel 1957-58. Altra figura importante per la mostra è Mei Lanfang (1894-1961), uno dei più importanti attori della storia del teatro cinese moderno, che ha influenzato il teatro d'avanguardia russo e poi tedesco. Non mancano i riferimenti all’opera lirica, con la presenza in mostra del costume della soprano Gina Cigna, indossato negli anni ’30 per la Turandot di Puccini al Teatro alla Scala.

 

La mostra è realizzata in collaborazione con la Biennale di Anren, l’Archivio Mei Lanfang di Pechino, e l’Istituto Culturale Italo-Cinese. L’allestimento, i trasporti e la logistica, la conservazione delle opere sono affidate a Open Care  Servizi per l’arte.

 

Orari della mostra dal 12 aprile al 15 luglio 2018 (ingresso gratuito):

dal Mercoledì al Venerdì 17.00-22.00

Sabato e Domenica 11.00-18.00

 

Visite guidate e in altri giorni/orari su prenotazione - con possibilità di visitare i Laboratori di restauro di Open Care.

 

per info: fmcca.it / info(at)fmcca.it

 

indietro
morefacebook,twitter,google,arto,vkontakte,surfpeople